LA SALUTE DELL’HUSKY

L’Husky è un cane che viene dal nord del mondo, quindi piuttosto robusto e atletico. Poco vorace, mangia solo la quantità di cui ha bisogno per restare in gran forma. Ecco perché un’alimentazione sana ed equilibrata consente di mantenere una salute dell’Husky di ferro!

La salute dell’Husky: punti di forza

Di origini siberiane, l’Husky è dunque molto robusto. È un cane attivo fisicamente e mentalmente qualora si rispettino le sue esigenze e stile di vita. È anche poco ghiotto nonostante la taglia: questo è un enorme vantaggio per limitare i disturbi legati alla digestione. La sua grande qualità è infatti quella di consumare poche calorie: ha un metabolismo estremamente efficace!

Anche il fisico è un altro dei suoi punti di forza: il mantello semilungo e il sottopelo spesso gli consentono di resistere alle intemperie e alle temperature estreme. Può vivere sia in un clima glaciale (fino a - 40°C!) che in un clima più mite con estati calde.

PROVALE!

30 giorni di crocchette a

- 50%

Consegna a domicilio, senza impegno.


La salute dell’Husky: punti deboli

Il principale punto debole nella salute dell’Husky è rappresentato da zecche, pulci e altri parassiti del cane che adorano il pelo dell’Husky. Per contrastarli necessario ricorrere periodicamente a trattamenti antiparassitari efficaci, inclusi i vermifughi per gli endoparassiti.

È importante anche spazzolare regolarmente il mantello (almeno una volta a settimana) e tastare il pelo dopo ogni uscita per accertarsi che non abbia sviluppato malattie della pelle come la piodermite.

Inoltre, la salute dell’Husky è spesso compromessa da displasie dell’anca e del gomito, patologia comune in molti cani di taglia grande. Tuttavia, il fatto di essere piuttosto leggero permette in genere all’Husky di evitare complicazioni articolari. È il folto pelo a rendere possente l’Husky, non la stazza!

Husky: quali sono le malattie più comuni?

👉 Oculopatie ereditarie del cane

Le oculopatie ereditarie del cane sono malattie ereditarie dell’occhio che si sviluppano in genere con l’avanzare degli anni, ma possono manifestarsi anche in tenera età. Gli Husky tendono a soffrire in particolare di atrofia progressiva della retina (APR), cataratta del cane e distrofia cornea. Le oculopatie ereditarie del cane, che colpiscono moltissime razze, possono essere facilmente individuate dal veterinario tramite screening. Se trascurate, queste patologie rischiano di portare alla cecità in entrambi gli occhi.

👉 Ipertensione essenziale

Un’altra malattia ereditaria alla quale sono predisposti gli Husky è l’ipertensione essenziale, anche chiamata ipertensione idiopatica o primaria. L’ipertensione, il cui termine designa un aumento cronico della pressione arteriosa, può essere la conseguenza di un’altra malattia: ipertiroidite, insufficienza renale cronica, malattia di Cushing, diabete del cane, ecc. Si tratta di una malattia ad oggi facilmente curabile con farmaci e con un’alimentazione sana ed equilibrata.

👉 Malattia di Pompe

La malattia di Pompe – o glicogenosi di tipo II – è una malattia genetica dovuta a una disfunzione enzimatica che non consente di trasformare il glucogeno in glucosio, causandone un accumulo anomalo nei tessuti. Può colpire tutti gli organi del corpo: cuore, cervello, sistema digerente, vie respiratorie e sistema nervoso. I sintomi provocati dalla malattia di Pompe sono in genere a vari livelli, a seconda dell’organo o gli organi interessati: insufficienza cardiaca, debolezza muscolare, convulsioni, difficoltà ad alimentarsi, ecc. Purtroppo la diagnosi è definitiva: ad oggi non esiste nessuna cura della malattia.

Oltre alle crocchette,

cambia anche filosofia!

Top

Scopri il concetto

Top

Scopri la nostra alimentazione

Top

Migliori e più economiche delle marche tradizionali. Confrontale!